Carlo Piermartire

Carlo Piermartire

primo trombone

Carlo Piermartire


Brillantemente diplomato in trombone nel 1999 presso il Conservatorio Statale di Musica “G. B. Pergolesi” di Fermo, si perfeziona poi sotto la guida del M° Renzo Brocculi (ex Primo Trombone dell’Orchestra della RAI di Roma) prima e del M° Andrea Conti (Primo Trombone dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma) dopo, mentre durante la sua permanenza negli USA (2004-2008) ha continuato a perfezionarsi sotto la guida del M° Mark Lawrence (ex Primo Trombone della San Francisco Symphony Orchestra).
Frequenta numerosi corsi di perfezionamento con i Maestri Andrea Conti (Primo Trombone dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma), Charles Vernon (Trombone Basso della Chicago Symphony Orchestra), Steven Mead (Solista Internazionale di Euphonium), Peter Sullivan (Primo Trombone della Pittsburgh Symphony Orchestra) e Lito Fontana (Solista Internazionale di Trombone).
Vanta collaborazioni con numerose orchestre quali: Orchestra Sinfonica e “Arturo Toscanini” di Parma, Orchestra Filarmonica “Arturo Toscanini” di Parma, Orchestra “G. Verdi” di Milano, Orchestra “G. Cantelli” di Milano, Orchestra Giovanile “Cherubini”, Orchestra Internazionale d’Italia, Orchestra “Città Lirica” di Pisa, Orchestra Filarmonica Marchigiana ed è attualmente Primo Trombone presso l’Orchestra Sinfonica G. Rossini di Pesaro.
Nella sua lunga carriera orchestrale è stato diretto da Maestri quali R. Muti, E. Inbal, G. Grazioli, D. Renzetti, N. Samale, M. de Bernart, U. Benedetti Michelangeli.
Ha all’attivo l’incisione di numerosi CD e DVD e diverse dirette televisive e radiofoniche.
Inoltre, nella scena Pop italiana, ha avuto l’occasione di collaborare con artisti del calibro di Andrea Bocelli, Mario Biondi, Fabio Concato, Fausto Leali e Orietta Berti, mentre nella scena jazz è attualmente Primo Trombone della Colours Jazz Orchestra diretta dal M. Massimo Morganti ed ha collaborato con artisti del calibro di Bob Brookmeyer, Bob Mintzer, Kenny Wheeler, Maria Schneider, Martin Wind, Scott Robinson, Fabrizio Bosso, Gianluca Petrella e Javier Girotto.