La Gran Partita: domenica al Teatro della Fortuna i Fiati del Colibrì

La Gran Partita: domenica al Teatro della Fortuna i Fiati del Colibrì

La Gran Partita: domenica al Teatro della Fortuna i Fiati del Colibrì

L’Orchestra da Camera di Pescara porta sul palco il capolavoro di W.A. Mozart

06/11/2021 – “La Gran Partita. Mozart e i Fiati del Colibrì”. Domenica 7 novembre, alle ore 11.00, il Teatro della Fortuna di Fano ospita i Fiati del Colibrì Ensemble, Orchestra da Camera di Pescara, che è oggi tra le realtà musicali più interessanti del panorama italiano.

In programma la Serenata n. 10 “Gran Partita” K 361 di Wolfgang Amadeus Mozart.

Grandiosità nella struttura formale, nei contenuti e nella scrittura originale. Un capolavoro davvero straordinario, unico nel suo genere, in cui Mozart usa, con inarrivabile maestria, la tavolozza offertagli dall’ensemble di strumenti a fiato.

Siamo a Monaco nel marzo 1781, Amadeus ha ormai maturato una decisione capitale: licenziarsi dal suo datore di lavoro, l’Arcivescovo Colloredo, per sciogliere da ogni vincolo la propria vena creativa.

Un’ottima occasione per tradurre sul pentagramma il suo estro si presenta con la composizione della Serenata per tredici strumenti a fiato K 361, a cui un editore aggiunse in seguito il titolo di “Gran Partita”. Sette movimenti, cinquanta minuti di musica, nei quali il genio di Salisburgo fa coesistere elementi di tradizione, rispettando la struttura classica della Serenata; inserisce un omaggio all’amato Haydn, del quale viene citata nel Tema con variazioni la Sinfonia n. 47; regala all’ascoltatore una delle melodie più belle dell’intero corpus mozartiano (Adagio); investe di un nuovo ed insolito ruolo di solisti due clarinetti di bassetto, la cui tecnica era all’epoca appena stata migliorata da Anton Stadler (in seguito dedicatario del quintetto per clarinetto e archi); inventa combinazioni timbriche tra strumenti a fiato divenute esempio per le scuole compositive dei secoli a venire.

L’Orchestra da Camera di Pescara, è stata fondata nel 2013 dal suo direttore artistico, Andrea Gallo, ed è composta da musicisti professionisti custodi di una preziosa esperienza acquisita lavorando in prestigiosi teatri e orchestre (Berliner Philarmoniker, Tonhalle Orchester Zürich, Royal Concertgebow Orchestra di Amsterdam). È divenuta realtà grazie alla passione per la musica di Gina Barlafante, medico e osteopata, un vero mecenate d’altri tempi, che ne ha permesso la nascita e la crescita sostenendola economicamente, sia personalmente sia attraverso l’Accademia Italiana Osteopatia Tradizionale.

Il concerto è organizzato dalla Fondazione Teatro della Fortuna con il coordinamento dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini.

BIGLIETTI

Posto unico numerato 7 €.

Botteghino del Teatro della Fortuna aperto dal mercoledì al sabato con orario 17.30-19.30. Il mercoledì e il sabato mattina dalle 10.30 alle 12.30.

Domenica 7 novembre apertura botteghino dalle ore 10 a inizio concerto.

I biglietti possono essere prenotati telefonicamente al numero 0721.800750

 

*Ingresso consentito nel rispetto delle vigenti normative anti-Covid.