Lavinia Tassinari

Lavinia Tassinari

violino di spalla ospite

Lavinia Tassinari


Si è brillantemente diplomata nel 1988 presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze sotto la guida del M° Paolo Crispo.

Ha frequentato come allieva effettiva il Corso Straordinario “Dalla tecnica di base all’alto virtuosismo” tenuto dal M° Yair Kless nell’ambito dei corsi di Alto Perfezionamento Musicale di Terrazzano.


Dal 1993 al 1995 ha studiato con la Sig.ra M° Dora Swartzberg presso la Fondazione Romanini di Brescia, seguendola anche nei corsi estivi a Mauerbach.


Dal 1991 al 1994 ha suonato in qualità di spalla con la Camerata di Pisa. Ha collaborato con diverse orchestre fra le quali: Orchestra Giovanile Italiana, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra “Arturo Toscanini”, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra Internazionale d’Italia, Orchestra del Teatro Regio di Parma. 

Ha collaborato con diversi solisti e direttori d’orchestra fra i quali: Lorin Maazel, Luciano Berio, Vladimir Jurovshij, Mstislav Rostropovic, Gerard Kostner, Claudio Desderi, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Yuri Temirkanov, Ennio Morricone.

Ha collaborato in qualità di spalla con diverse orchestre fra le quali: Orchestra di Fiesole, Orchestra Città di Ravenna, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra Filarmonia Veneta.

Attualmente collabora nel ruolo di spalla con l’Orchestra Città di Ferrara, Orchestra dei Castelli, Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari, Orchestra Sinfonica “Rossini”.

Ha suonato in diverse formazioni cameristiche fra le quali: l’Accademia Bizantina al Festival di Salisburgo, il gruppo da camera di undici elementi dell’Orchestra Internazionale d’Italia per l’inaugurazione del Parlamento Europeo a Bruxelles, i Cameristi di San Giorgio al Festival di Salisburgo, gli Archi Italiani del M° M. Brunello con tournée in Italia e all’estero.

Nel 2015 e nel 2016 è stata invitata a suonare come solista in Bulgaria presso l’Orchestra da camera dell’Opera di Blagoevgrad.

Collabora con la compagnia degli “Alcuni” facendo spettacoli in vari teatri suonando come solista “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi.

Ha collaborato in qualità di docente presso l’ Orchestra Giovanile di Budrio e al Laboratorio Estivo della Scuola di Musica di Fiesole.


Suona un violino Giuseppe Marconcini (Ferrara) del 1836.