Noris Borgogelli

Noris Borgogelli

prima viola

Noris Borgogelli


Artista completo e spiccatamente versatile, è nato a Fano.

Diplomato in viola presso il Conservatorio G. Rossini di Pesaro sotto la guida di G. Giorgi, consegue, seguito da B. M. Monteverde, anche il diploma di arpa. Fin dai primi anni di studio frequenta le lezioni di canto di M. Melani e E. Raggi-Valentini, proseguendo privatamente a Bologna con P. Venturi. È stato fondatore e violista del Quartetto Malatesta con il quale ha realizzato centinaia di concerti e vinto numerosi primi premi in concorsi nazionali ed internazionali, mentre con il maestro Donato Renzetti, presso l’Accademia Musicale Pescarese, ha conseguito il diploma in direzione d’orchestra.

Intensa e particolarmente eclettica l’attività artistica, che ormai da tanti anni lo vede impegnato come direttore, strumentista e voce narrante su importanti palcoscenici di teatri e sale da concerto in tutta Italia e in varie parti del mondo, collaborando con direttori, registi, orchestre e solisti di grande prestigio.

Molta attenzione dedica alla divulgazione e all’avvicinamento dei giovani e non solo alla musica, dove è stato protagonista come direttore, orchestratore e attore ne Il carnevale degli animali di C. Saint-Saëns, Pierino e il lupo di S. Prokof’ev, Histoire de Babar di F. Poulenc, L’opera delle filastrocche di A. V. Savona, Guida all’orchestra per i giovani di B. Britten, Lo schiaccianoci di P. I. Čajkovskij, Alì Babà e i quaranta ladroni di A. Galliano dove contemporaneamente racconta le storie e dirige l’orchestra.

Su commissione dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana ha curato la regia dell’Histoire du soldat di I. Stravinskij, alternandosi in numerose produzioni nei ruoli del Diavolo e del Soldato, fino ad arrivare alle recenti esibizioni in veste di direttore e voce narrante. Di grande successo alcune sue ultime rielaborazioni per piccoli ensemble di opere tratte dal grande repertorio come Il barbiere di Siviglia ed La traviata.

Dal 2011 al 2015 è stato direttore artistico dei Concerti di Mezzogiorno della Fondazione Teatro della Fortuna di Fano mentre dal 2014 al 2016 è stato direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini. Molto apprezzato il suo debutto al Rossini Opera Festival 2014 dove ha diretto il concerto Duetti amorosi con Carmen Romeu e Lena Belkina, mentre nel 2015 è stato nuovamente invitato per dirigere una particolare versione per fiati dello Stabat Mater rossiniano.

Nel novembre 2015 è stato l’unico italiano ammesso alla semifinale del Primo concorso internazionale per direttori d’orchestra Antal Doráti di Budapest, su oltre 120 partecipanti da tutto il mondo.

Nell’aprile del 2017 ha diretto al Teatro Rossini di Pesaro la prima assoluta dell’opera Gli occhiali di Danilo Comitini e in giugno ha inaugurato l’Arena Shakespeare del Teatro Due di Parma con l’esecuzione integrale del Sogno di una notte di mezza estate alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini.

Nel 2018 ha diretto il concerto inaugurale per la presentazione del Concorso Internazionale Antonio Bigonzi a capo dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini, con la partecipazione della violinista Laura Marzadori.